banner

Notizia

Apr 22, 2023

25 modi in cui si gusta il caffè in tutto il mondo

Quando è stata l'ultima volta che hai bevuto un caffè? La National Coffee Association ha riferito nel 2020 che sette americani su 10 bevevano caffè ogni settimana, con il bevitore americano medio di caffè che consumava circa tre tazze al giorno. E quando è stata l'ultima volta che ti sei preparato il caffè? La produzione di birra fatta in casa è più popolare che mai, con le vendite di macchine da caffè a tazza singola in aumento di oltre il 50% negli ultimi cinque anni. Dall’aumento globale del consumo di caffè iniziato nel 19° secolo e dalla proliferazione di bar e caffetterie alla fine del 20° secolo, gli storici ritengono che siamo nel mezzo di una terza ondata nella storia moderna del caffè, segnata da un crescente interesse dei consumatori per il caffè. origine e produzione.

Ma comprendere i diversi tipi di caffè va ben oltre la marca che si acquista o il grado di tostatura del chicco. Man mano che questa bevanda essenziale si è diffusa in tutto il mondo, sono stati sviluppati innumerevoli modi di prepararla e servirla. Dal tradizionale al moderno, ecco i modi in cui il caffè viene preparato e gustato in diversi paesi.

Le origini storiche del caffè stesso risalgono all'Etiopia, dove la preparazione e il consumo del caffè rappresentano ancora un importante rito sociale. Nella cerimonia etiope del caffè, il bunna o buna, in amarico il caffè, viene lavorato secondo un procedimento che dura due o tre ore.

Viene tradizionalmente eseguito in casa fino a tre volte al giorno e nelle occasioni importanti per accogliere gli ospiti. I fagioli vengono tostati e macinati a mano prima di essere mescolati con acqua e versati da un recipiente con beccuccio in un lungo ruscello. Il caffè etiope viene solitamente bevuto nero, a volte con zucchero, e può essere aromatizzato con spezie o sale, miele o burro.

In Italia l'espresso è il caffè più diffuso, spesso chiamato semplicemente “caffé” e servito durante la giornata e dopo i pasti, a differenza delle bevande a base di caffè latte, che vengono consumate solo a colazione. Pagando un prezzo più alto, puoi goderti il ​​tuo espresso anche al tavolo con un pasticcino, ma gli italiani spesso lo bevono in pochi sorsi stando in piedi al bar.

Tutto il caffè è prodotto con chicchi di Arabica o Robusta, ma è la lavorazione che rende l'espresso dal sapore diverso. Rispetto alla maggior parte del caffè, l’espresso viene tostato più a lungo, macinato più finemente e lasciato in infusione più a lungo. Un tempo di tostatura più lungo rilascia una maggiore quantità di oli naturali del caffè, conferendo all'espresso un sapore più ricco e creando uno strato di schiuma sulla superficie noto come crema. Il tempo di macerazione più lungo è dovuto ai fondi extrafini, che rallentano il passaggio dell'acqua.

I caffè di Vienna servono dozzine di bevande che combinano il caffè con latticini, cioccolato, liquori e altri ingredienti, ma la scelta più tipica è il melange, a base di caffè, latte e schiuma di latte. Il cappuccino italiano è simile ma utilizza solo caffè espresso e schiuma di latte. Mentre gli italiani considerano il cappuccino e altre bevande a base di caffè-latte come bevande mattutine, gli austriaci apprezzano il melange a qualsiasi ora del giorno.

Il francese "café viennois" e l'inglese "Viennese coffee" non si riferiscono al melange ma all'espresso condito con panna montata. In Austria, questo è chiamato Franziskaner ("francescano"), perché il colore marrone chiaro ricorda la veste di un frate francescano, simile al nome del cappuccino per le vesti dei monaci cappuccini.

Nelle parti settentrionali della Finlandia, Svezia e Norvegia, il formaggio viene posto sul fondo di una tazza, tradizionalmente scolpita nel legno di betulla. Il caffè caldo viene versato sul formaggio e i bevitori possono scegliere di versare il formaggio parzialmente fuso e imbevuto di caffè mentre si godono la bevanda, oppure di conservarlo fino alla fine.

Il formaggio specifico utilizzato per questa prelibatezza è leggermente dolce e ha una consistenza compatta e densa simile all'halloumi greco. Il suo nome finlandese, juustoleipä, significa "formaggio del pane", non solo per l'aspetto e la consistenza del formaggio, ma anche per il suo utilizzo come pane integrale, soprattutto nell'Artico dove il grano era difficile da trovare. Può anche essere tostato e spalmato di marmellata.

Il caffè senegalese Touba trae i suoi sapori terrosi e pepati da una spezia africana chiamata djar e talvolta da altre spezie come il chiodo di garofano e il cardamomo. Questi vengono tostati e macinati in un rapporto di circa una parte di spezie e quattro parti di caffè.

CONDIVIDERE